A POETRY PER WEEK - #15

 TEMPO DI LETTURA: 2 MINUTI E 54 SECONDI


Come per ogni settimana arriva il nostro appuntamento con il piccolo salotto letterario di Phil.

Oggi 25 settembre è la giornata mondiale dei sogni, è un evento d'azione globale dedicata a mettere in moto i sogni. C’è chi come me cerca di realizzare ogni giorno i sogni della propria vita, chi vive di sogni e chi sogna soltanto ad occhi aperti. “Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni” quante volte abbiamo letto o sentito questa frase? È un’aforisma estratto dalla poesia che caratterizza questo nostro appuntamento letterario su uno degli autori più romantici: Pablo Neruda.

Buon weekend e Buona Luce.
Phil


Ti manderò un bacio nel vento
PABRO NERUDA

Ti manderò un bacio con il vento
e so che lo sentirai,
ti volterai senza vedermi ma io sarò li.
Siamo fatti della stessa materia
di cui sono fatti i sogni
Vorrei essere una nuvola bianca
in un cielo infinito
per seguirti ovunque e amarti ogni istante.
Se sei un sogno non svegliarmi.
Vorrei vivere nel tuo respiro
(Mentre ti guardo muoio per te
Il tuo sogno sarà di sognare me
Ti amo perché ti vedo riflessa
in tutto quello che c’è di bello)
Dimmi dove sei stanotte
ancora nei miei sogni?
Ho sentito una carezza sul viso
arrivare fino al cuore.
Vorrei arrivare fino al cielo
e con i raggi del sole scriverti ti amo.
Vorrei che il vento soffiasse ogni giorno
tra i tuoi capelli,
per poter sentire anche da lontano
il tuo profumo!
(Vorrei fare con te quello
che la primavera fa con i ciliegi)

A POETRY PER WEEK - #14

  TEMPO DI LETTURA: 1 MINUTO E 47 SECONDI



Come per ogni settimana arriva il nostro appuntamento con il piccolo salotto letterario di Phil. 

Il tema della poesia di oggi è l’amore, specificamente il tormento d’amore che risuona spesso nelle ultime liriche del Liber catulliano. Qui un solo distico esprime con forza il dissidio interiore del poeta, in cui convivono due opposti sentimenti, l’odio e l’amore, che gli danno contemporaneamente gioia e strazio, basti guardare l’ultimo
verbo nella versione latina “excrucior”, che letteralmente significa "sono messo in croce"  rievoca un'immagine fortemente drammatica e rimanda, con la sua pronuncia, all'idea del dolore lacerante e la condanna alla croce. Il tono sincero e la tormentosa concisione caratterizzano la lirica, una delle più celebri nella poesia d’amore del mondo e di tutti i tempi.


Odi et amo
CATULLO

Io odio e amo. Perché, forse mi chiedi, fai così?
Non so, ma sento che ciò avviene, e mi tormento.

A POETRY PER WEEK - #13

 TEMPO DI LETTURA: 4 MINUTI E 50 SECONDI


Come per ogni settimana arriva il nostro appuntamento con il piccolo salotto letterario di Phil.
L’estate è finita da qualche settimana e quale miglior momento per proporvi una delle liriche più celebri di Gabriele D’Annunzio che nacque a Pescara nel 1863. Cos’è l’amore? Facciamocelo raccontare da “La pioggia nel pineto”, la lirica coglie un momento magico dell’estate. È un esempio tra i più celebri della capacità dannunziana di trasformare la parola in musica. Il componimento è una canzone libera formata da quattro strofe di 32 versi liberi ciascuna. Nell’ultimo verso di ogni strofa compare il nome di Ermione, la figura femminile che funge da interlocutore. Per velocità di lettura alcune strofe sono state eliminate ma resta comunque una grandissima lirica che vale la pena leggere per intero.

Buon weekend e buona luce.

Phil




La pioggia nel pineto
GABRIELE D'ANNUNZIO

Taci. Su le soglie
del bosco non odo
parole che dici
umane; ma odo
parole più nuove
che parlano gocciole e foglie
lontane.

Ascolta. Piove
dalle nuvole sparse.
Piove su le tamerici
salmastre ed arse,
piove su i pini
scagliosi ed irti,
piove su i mirti
divini,
su le ginestre fulgenti
di fiori accolti,
su i ginepri folti
di coccole aulenti,
piove su i nostri volti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggieri,
su i freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
t'illuse, che oggi m'illude,
o Ermione.

Odi? La pioggia cade
su la solitaria
verdura
con un crepitío che dura
e varia nell'aria
secondo le fronde
più rade, men rade.
Ascolta. Risponde
al pianto il canto
delle cicale
che il pianto australe
non impaura,
nè il ciel cinerino.
E il pino
ha un suono, e il mirto
altro suono, e il ginepro
altro ancóra, stromenti
diversi
sotto innumerevoli dita.

[…]

Piove su le tue ciglia nere
sìche par tu pianga
ma di piacere; non bianca
ma quasi fatta virente,
par da scorza tu esca.
E tutta la vita è in noi fresca
aulente,
il cuor nel petto è come pesca
intatta,
tra le pàlpebre gli occhi
son come polle tra l'erbe,
i denti negli alvèoli
con come mandorle acerbe.

E andiam di fratta in fratta,
or congiunti or disciolti
(e il verde vigor rude
ci allaccia i mallèoli
c'intrica i ginocchi)
chi sa dove, chi sa dove!
E piove su i nostri vólti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggieri,
su i freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
m'illuse, che oggi t'illude,
o Ermione.

A POETRY PER WEEK - #12

  TEMPO DI LETTURA: 3 MINUTI E 34 SECONDI



È finita l’estate, settembre è ormai arrivato e dopo quasi un anno di assenza, finalmente, come per ogni settimana arriva il nostro appuntamento con il piccolo salotto letterario di Phil.

Sapete perché la poesia è così importante? La poesia è importante perché ci aiuta a capire e ad apprezzare il mondo che ci circonda. La forza della poesia sta nella sua capacità di gettare una luce "laterale" sul mondo, in modo che la verità ci arrivi di soppiatto. Non c'è dubbio. La poesia ci insegna a vivere. Riesce a liberarci dalle catene della nostra quotidianità, un po’ come accade all’Albatros di Charles Baudelaire, poesia pubblicata all’interno della raccolta I fiori del male: è la seconda poesia della raccolta (prima edizione: 1857) e si trova nella prima delle sei sezioni in cui è divisa l’opera e che ha per titolo Spleen et Idéal. Baudelaire, dicono i critici, aveva una relazione extraconiugale con un altro artista dell’epoca Arthur Rimbaud e forse l’albatros rappresentava la sua situazione al limite della libertà, che ne pensate?

Buon weekend e Buona Luce.

L'Albatros
CHARLES BAUDELAIRE

Souvent, pour s’amuser, les hommes d’équipage
Prennent des albatros, vastes oiseaux des mers,
Qui suivent, indolents compagnons de voyage,
Le navire glissant sur les gouffres amers.

À peine les ont-ils déposés sur les planches,
Que ces rois de l’azur, maladroits et honteux,
Laissent piteusement leurs grandes ailes blanches
Comme des avirons traîner à côté d’eux.

Ce voyageur ailé, comme il est gauche et veule!
Lui, naguère si beau, qu’il est comique et laid!
L’un agace son bec avec un brûle-gueule,
L’autre mime, en boitant, l’infirme qui volait!

Le Poète est semblable au prince des nuées
Qui hante la tempête et se rit de l’archer;
Exilé sur le sol au milieu des huées,
Ses ailes de géant l’empêchent de marcher.


L'Albatros
CHARLES BAUDELAIRE
(traduzione a cura di Giovanni Raboni x Mondadori)

Spesso, per divertirsi, i marinai
catturano degli albatri, grandi uccelli dei mari,
indolenti compagni di viaggio delle navi
in lieve corsa sugli abissi amari.

L’hanno appena posato sulla tolda
e già il re dell’azzurro, maldestro e vergognoso,

pietosamente accanto a sé strascina
come fossero remi le grandi ali bianche.

Com’è fiacco e sinistro il viaggiatore alato!
E comico e brutto, lui prima così bello!
Chi gli mette una pipa sotto il becco,
chi imita, zoppicando, lo storpio che volava!

Il Poeta è come lui, principe delle nubi
che sta con l’uragano e ride degli arcieri;
esule in terra fra gli scherni, impediscono
che cammini le sue ali di gigante.

WHITE CONFIRMS THE DIGITAL-ONLY FORMAT FOR THE FEBRUARY 2021 EDITION

[only in english]

WHITE confirms the digital-only format for the February 2021 edi?on, 
 by announcing an important project to promote Italian SMEs

The WHITE edition scheduled for February 25-28 during Milan Fashion Week continues with the digital-only format, successfully tested with WSM FASHION REBOOT for men's fashion. The WHITE platform - thanks to the support of MAECI and Ice-Agenzia and the partnership with Confartigianato Imprese - is further renewed by amplifying the editorial content to present and promote around 150 brands on the WHITE B2B Marketplace in February 2021.

The news does not end there. WHITE, which has always represented the launch platform for SMEs, will develop in the coming months, starting from April 2021 until September 2021, a series of dedicated projects to tell the world of Italian small and medium- sized companies with a storytelling capable of involving the final audience.

Massimiliano Bizzi, founder of WHITE comments: "All of us trade fair operators have first and foremost the duty to think about the common good of our Italian companies and stand by them in this difficult moment, to lead them to September 2021, which we hope will mark the real recovery , also thanks to the spread of the vaccine. This is why I decided to start a series of partnerships and publishing projects to make the SMEs better known, which we have been representing and promoting at WHITE for years, but which are for the most part unknown to the general final consumer. In many cases they are small Made in Italy companies, distributed selectively and which pay attention to the quality of materials and workmanship. They have been more damaged than others in recent years and we are planning a series of initiatives to accelerate them, bringing them to the final consumer. A sign of concrete support for these small and medium-sized businesses, the flagship of Italian know-how. "

"The goal that we have been setting ourselves for several seasons, through investments in our dedicated projects and through their 360 degree communication, is to further sensitize buyers through their own customers to responsible purchasing, which contributes to the support of SMEs, of our economy and the increase in demand for products deriving from Made in Italy. We want to develop a greater awareness of conscious consumption, supporting our buyers, who want to invest in the purchase of advanced handicraft products, which also promote sustainable supply chains with an excellent quality-price ratio. The restarting of our economy must take place by bringing to light products and projects that are not standardized, but of the highest quality, which we are sure have all the characteristics to land in the best international stores "- says Brenda Bellei Bizzi- CEO of White

page1image428004928page1image428005280

And concludes Federico Poletti, Marketing and Communication director of WHITE"Through a series of collaborations between the publishing and retail world, we want to create an important story on SMEs, involving digital channels and paper magazines to make these companies, often little known to buyers and the media. A submerged panorama, which needs to be enhanced and communicated with a modern and accessible language. This scouting has always been part of WHITE's DNA, but it is increasingly difficult to get these brands to the media and to the final consumer, who is very often interested in buying this type of product in which quality, fair price, design coexist with research, experimentation and sometimes sustainability ".

Editorial note

Due to the last Dpcm of January 15 which banned all trade fairs in attendance until March 5 2021, due to the persistence of the health Covid 19 emergency, WHITE is forced by government provisions to renounce the February 2021 edition of the tradeshow, dedicated to womenswear fashion, which was scheduled from 25 to 28 February 2021.

DAL 16 al 18 GENNAIO WHITE LANCIA WSM CON OLTRE 40 COLLEZIONI UOMO E GENDER FLUID


Moda sostenibile e arDgianalità evoluta i focus della digital ediDon.

Diversi i partner italiani e internazionali coinvolti: da Fashion Revolution Italia, Cittadellarte – Fondazione PistolettoFondazione Cologni dei Mestieri d’ArteSustainable Brand Platform, The Sustainables Agency & Showroom, Mirta e Barroco.

In occasione della Milano Fashion Week Men’s Collection, torna WSM Fashion Reboot, format di WHITE sull’innovazione sostenibile che per questa edizione debutta con un progetto interamente digitale. Dal 16 al 18 gennaio 2021 on show sulla nuova piattaforma WSM-WHITE oltre 40 collezioni uomo e gender fluid con DNA artigiano e sostenibile. Una serie di aziende e marchi che rappresentano la nuova frontiera dell’artigianalità moderna in cui sono importanti le tecniche di produzione e il fatto a mano, rivisitato con nuove tecnologie o con un approccio più moderno al prodotto e all’immagine. Un progetto “only digital” per promuovere le PMI realizzato grazie al supporto di MAECI ed Ice-Agenzia e alla partnership con Confartigianato Imprese. Da un lato troviamo la sezione sulla sostenibilità, su cui WHITE è stato precursore con il format WSM, che vede una selezione di brand in cui si sperimentano tecniche diverse: dai processi di recycling e di upcycling, a lavorazioni con materie prime meno inquinanti, per ridurre l'impatto ambientale, e soprattutto con un percorso su tracciabilità e trasparenza. Tra i protagonisti della sezione, presenze consolidate come Tiziano Guardini, Patrick McDowell, Blue of a kind, Yekaterina Ivankova, che è stata anche Special Project del salone. A questi si aggiungono Froy, brand di maglieria sperimentale fondato da Arman Avetikyan, Bobblehaus che si rivolge alla Gen-Z con un mix di moda, musica, arte e intrattenimento, NTMB (acronimo di NEVER TOO MUCH BASIC) collettivo Made in Napoli che lavora sul concetto di customizzazione e lavorazione artigianale, fino a Par.co Denim, fondato nel 2014 da due cugini (è infatti l’acronimo di Parimbelli cousins), che produce jeans di alta qualità in modo sostenibile. Dall’altro lato è la nuova frontiera dell’artigianalità evoluta in cui la tradizione convive con la modernità attraverso il lavoro dei modern maker che coniugano immagine e prodotto. Unicità e cura dei dettagli caratterizzano tutti i prodotti creati dai brand selezionati, che hanno saputo conservare una dimensione artigianale associandola a un modo di progettare avanguardistico: ogni oggetto attraverso il materiale e le finiture racconta una storia precisa che coinvolge il consumatore e lo fa sentire speciale. Le produzioni artigianali sono più sostenibili rispetto alla grande distribuzione e danno vita a creazioni irripetibili con una forte personalità, grazie all’heritage, un concetto che parla di cultura e rende ogni prodotto un simbolo di innovazione tramite il design. Tra i marchi possiamo annoverare la maglieria sofisticata di Lucques, gli zaini scomponibili di Artichoke Bags, i cappelli di CHATTouché, le giacche di ispirazione workwear di Vanadio23, le camicie gender fluid di Waxman Brothers, fino al progetto di abbigliamento di Wundercamera Wardrobe nato nel 2018 come guardaroba di Wundercamera Lab, agenzia di direzione artistica fondata da Monica Lardera e Riccardo Forlini.

"Vogliamo promuovere un concetto di moda sostenibile unitamente a un Made in Italy con Dna artigianale, giovane e inclusivo" - afferma Carlo Ferro, presidente di ICE Agenzia. "Il contributo del settore della moda alla sostenibilità è oggi quanto mai centrale: non più solo come dovere di compliance ma come parte, a mio parere, di un nuovo paradigma di presenza sui mercati globali fatto di innovazione, sostenibilità e digitale. Sosteniamo, dunque, WSM Fashion Reboot mettendo a disposizione i nostri strumenti tra cui Fiera Smart 365, la piattaforma che darà luogo a un proficuo network di interazione tra operatori qualificati e certificati, ben oltre la durata stessa della manifestazione. In estrema sintesi, nuovi strumenti per combinare reazione e visione accompagnando il nostro Made in Italy verso nuovi modelli di consumo e di competizione sui mercati internazionali. In bocca al lupo a tutti i giovani designer che parteciperanno a questa edizione."

“Nell’impossibilità di realizzare presentazioni ed eventi live, questa edizione WHITE ha saputo comunque apportare innovazione e creatività nel mondo del fashion. Grazie a un calendario totalmente on line che coniuga linguaggi contemporanei e tecnologia, si permette a tante piccole realtà artigianali di presentare in maniera efficace e mirata le proprie idee e collezioni a buyer, giornalisti e operatori quasi fossero presentazioni private ad hoc” così Cristina Tajani, Assessora al Commercio, Attività produttive, Moda e Design del Comune di Milano che prosegue: “Aver messo al centro di questa edizione il rapporto tra artigianalità e sostenibilità vuol dire aver compreso come l’intero comparto deve e può essere ripensato al fine di proporre al mercato capi e accessori capaci di interpretare e raccontare le attuali tendenze, economiche e sociali. Tendenze sempre più attente a mettere al centro l’uomo e l’ambiente riscoprendo inevitabilmente metodi e processi di produzione più sostenibili e responsabili”

Dichiara il Presidente di Confartigianato Marco Granelli. “L’iniziativa che Confartigianato ha realizzato con WHITE, grazie al supporto di MAECI e ICE – Agenzia, consente di esaltare il valore artigiano delle imprese della moda italiana: 79mila aziende che danno lavoro a oltre 700mila addetti. Un patrimonio di creatività, talento, eccellenza manifatturiera che unisce competenze tradizionali e spinta innovativa e rende le produzioni made in Italy uniche e inimitabili nel mondo. Un esempio di sostenibilità economica, sociale e ambientale che Confartigianato è orgogliosa di rappresentare”.

Commenta Massimiliano Bizzi, founder di WHITE“In questo particolare momento storico il ruolo di noi organizzatori è di supportare con tutti i mezzi le aziende PMI anche attraverso la promozione digitale, che deve essere orientata al mondo dei buyer per poter concretamente mettere in collegamento le aziende alla propria rete di clienti già attivi. Per questo stiamo studiando e lavorando, anche in vista di febbraio, a un progetto che possa essere di concreto supporto alle PMI e finalizzato al creare una connessione diretta tra aziende e buyer”

A questo fa eco il messaggio di Beppe Angiolini di CBI- Camera Buyer Italia: “E’ doveroso ringraziare WHITE per il coinvolgimento dei buyer su temi come artigianato, creatività e sostenibilità, da sempre a noi cari. Parole d’ordine, oggi più che mai, sono: cultura, bellezza, unicità. Occorre più rispetto di quello che abbiamo avuto per la professionalità della nostra filiera. E poi il coraggio di fare scelte anche controcorrente. Come The Best Shops, siamo grati inoltre per il grande supporto nei confronti delle PMI.”

page4image351388992

MARRAKESH