ISTITUTO SECOLI: FASHION SHOW 2019

Secoli Fashion Show 2019
Il 6 giugno, all’Alcatraz Milano, si sono accesi i riflettori sul fashion show di fine anno della prestigiosa scuola milanese, punto di riferimento per lo studio dell’intero processo di progettazione e realizzazione di una collezione moda. Un evento di successo che ha visto sfilare oltre 100 outfit. All’Istituto Secoli si impara a dare forma alle idee e, come evidenziato dal Direttore Operativo Giorgio Secoli, tutti i capi sono interamente progettati, ideati e realizzati dagli allievi, i futuri protagonisti del settore.

La 36esima edizione è stata patrocinata da Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Comune di Milano, Antia, CNMI Camera Nazionale della Moda Italia, IACDEPiattaforma Sistema Formativo Moda e SMI Sistema Moda Italia. Tra i numerosi ospiti presenti anche il Console Generale dell’India a Milano - il Dott. Binoy GeorgeLaura SpecchioPresidente del Consiglio per le politiche per il lavoro, sviluppo economico, attività produttive, commercio, risorse umane, moda e design del Comune di Milano e Giulia Pirovano - Presidente di Piattaforma Sistema Formativo Moda.

In apertura i “Designer to Watch”, tre alumni, talenti emergenti del panorama moda, hanno mostrato al pubblico le loro inedite capsule collection. Xinya Li ha presentato 8844.43 Rhapsody, Tongchao Liang ha sfilato con Floating in Time e infine Sofia Agnoletti ha firmato la collezione Inside. Si tratta di un progetto creato per offrire ai migliori designer dell’Istituto Secoli l’opportunità di mettere in scena abilità e competenze. Vogue Talents ha assegnato una menzione speciale a Tongchao Liang. Il giovane designer sarà protagonista di un'intervista a lui dedicata su Vogue.it.

L’evento è proseguito con la sfilata dei diplomandi, quest’anno ispirata al concetto “STILL IN. MIND-FERMO IMMAGINE” evocazione emozionale temporale estrapolata da un’immagine che si è formata, fermata nel tempo e nei pensieri.
Molti gli studenti che, grazie all’impegno dimostrato lungo il percorso formativo, hanno meritato riconoscimenti importanti da parte delle prestigiose aziende partner: Samuele Cimmino Caserta è stato scelto da Moncler per uno stage nell’area progettazione, Lectra ha assegnato a Ilaria Arrighi una licenza annuale del software Modaris® per la modellistica cad e la relativa sessione di formazione con un esperto dell’azienda. Di seguito alcune foto della sfilata





Sono state destinate quattro borse di studioAnna Peretto si è aggiudicata la borsa di studio AntiaChiara Salviato quella offerta da IACDE, per la borsa Bemberg Cupro Fiber di Asahi Kasei è stata selezionata Benedetta FatucchiFederica Passera ha ricevuto il riconoscimento dell’Istituto Secoli. L’attrezzatura tecnica firmata Macpi è stata assegnata a Martina Boccatonda.
Viviana Andreola ha vinto un abbonamento annuale alla rivista Zoom on Fashion Trends e Gyurin Na, Marta Colombo e Viola Francesca Lozza sono state premiate con un abbonamento annuale alla rivista Technofashion che dedicherà loro un’intervista sul prossimo numero della testata.

“Il Secoli Fashion Show riconferma il suo importante ruolo di vetrina internazionale per i giovani talenti, sorprende ed emoziona ad ogni edizione – afferma il Presidente dell’Istituto Matteo Secoli – il successo lavorativo degli ex alunni e l’entusiasmo negli occhi dei nostri allievi, degli addetti del settore e di tutti i presenti lo conferma, e ci sprona a fare sempre meglio. Per il prossimo anno accademico sono in partenza nuovi master e stiamo stringendo partnership inedite per offrire il massimo a tutti coloro che scelgono il nostro Istituto”.

A tutti gli appassionati di moda, ed anche e sopratutto ai lettori uscenti da una scuola secondaria di secondo grado, invito a fare un salto sul sito ufficiale (clicca qui) e dare un'occhiata ai corsi accademici che questa fantastica scuola di moda offre. L'Istituto Secoli, con sede nella capitale italiana della moda, offre anche corsi specialistici (come "modellistica donna" o "camiceria maschile") ed anche corsi brevi e in lingua inglese. 

Alla fine dell'articolo vi lascio le foto delle tre Capsule Collection che hanno aperto questa 36esima edizione; in ordine Xinya Li con 8844.43 Rhapsody, Tongchao Liang con Floating in Time e infine Sofia Agnoletti con la collezione Inside.

Buona Luce
Phil

8844.43 Rhapsody

Floating in Time

Floating in Time

 Inside

KONDI SOCKS - Shooting


A massive thanks to Kondi Socks for choosing me as both the Photographer and Director of the shoot entitled “Kondi on street.” The brand is completely Italian and I love their socks. We had a hilarious time in the streets of Naples and I cannot wait to capture the next season which will be held in London. I have provided you with some exclusive pics from “Kondi on Street.”

Buona Luce
Phil

PS. You can purchase the socks  HERE
_

Ringrazio Kondi Socks per avermi scelto come fotografo e direttore delle riprese che ho chiamato "Kondi in strada". Questo marchio è totalmente italiano e adoro i loro prodotti. Mi sono divertito a scattare e non vedo l'ora di partecipare al prossimo shooting a Londra, (questa prima stagione era a Napoli). Come sempre vi lascio qualche scatto

Buona Luce
Phil

Puoi comprare i calzini QUI









URBAN CLASSICS


ITALIANO
Dalla sua fondazione nel 2005, Urban Classics è diventata una delle migliori etichette di abbigliamento streetwear. Offrendo una vasta gamma di design freschi e sobri, il marchio si concentra sulle ultime tendenze stagionali della moda urbana. 

L'azienda mi ha inviato diversi prodotti dalle comode t-shirt al telo mare (per non parlare del fatto che sono innamorato dalla salopette). I vestiti sono davvero belli, calzano perfetti e sono confortevoli. Quindi ragazzi se state cercando prodotti di alta qualità con un comfort duraturo e prezzi competitivi, Urban Classics è la scelta giusta! I

Inoltre  - adesso che ci avviciniamo alla primavera, proiettati verso l'estate - quello che non può mancare nel nostro wardrobe è una vasta selezione di t-shirt e sul sito potete trovarle per ogni gusto come anche giacche, felpe, camicie, pantaloni di tuta e accessori urban-style per uomini e donne. 

La linea della collezione comprende stili retrò e tendenze attuali in una scelta di dimensioni e colori, senza sforzarti più di tanto nel trovare qualcosa che soddisfi le tue esigenze e i tuoi gusti. Sia che tu stia cercando una camicia di flanella a quadri per uomo o leggings in denim per donna, ce n'è per tutti i gusti in questa vasta gamma di prodotti.

Ma Urban Classics è preparato per tutte le stagioni, quindi parka, giubotti e berretti da baseball, gilet, pantaloncini, costumi e infradito. Per quanto riguarda gli accessori, puoi scegliere tra zaini, borsoni per la palestra, borse, guanti, cappelli e berretti. Troverete anche una selezione di stivali, scarpe da ginnastica e calze tra cui scegliere. 

Non resta che cliccare QUI e divertirsi in un buon pomeriggio di shopping! Puoi anche filtrare la ricerca per dimensione, colore e prezzo!
Ovviamente in fondo all'articolo vi lascio alcune delle foto che ho scattato con questi fantastici pezzi della collezione Urban Classics!

Buona Luce (e buone compere)
Phil

ENGLISH
Since it was founded in 2005, Urban Classics has become one of the top streetwear clothing labels. Offering a wide range of cool, understated designs, the brand focuses on the latest seasonal trends in urban fashion. If you’re looking for high quality products with long lasting comfort and competitive prices, Urban Classics* is the right choice for you. 

At Top Streetwear, we stock a large selection of Urban Classics t-shirts, jackets, hoodies, shirts, sweatpants and accessories for both men and women. Their collection includes retro styles and current trends in a choice of sizes and colours, so you won’t struggle to find something to suit your needs and tastes. Whether you’re looking for a checked flannel shirt for men or denim leggings for women, there’s something for everyone in this diverse range. We stock clothes for all seasons, from parka coats, puffer jackets and beanies, to vests, shorts and flip flops. 

Accessory-wise, you can take your pick from backpacks, gym bags, handbags, gloves, caps and beanies. You’ll also find a selection of boots, sneakers and socks to choose from. So why not browse our range of Urban Classics clothing and accessories today? 

At least is to click HERE and have fun in a good afternoon of shopping! You can even filter your search by size, colour and price.

Obviously at the bottom of the article I leave you some of the photos I took with these fantastic pieces from the Urban Classics collection! I want say thanks to this brand for sponsoring this article.

Buona Luce (and enjoy your shopping)
Phil











*sponsored #UrbanClassics #Streetwear #filippofattorusofoto

Darphin - Youth Retinol Oil Concentrate



Miei cari ragazzi questa volta vi presento un prodotto davvero magico! Io ho già ho avuto il piacere di collaborare con l'azienda ed ho provato il contorno occhi Hydraskin Eye ma lo Youth Retinol Oil Concentrate* è una potente infusione botanica di retinolo anche per viso!          


La pelle ha sempre bisogno di un boost di luminosità e i piccoli segni dell'età sul viso sono i nostri più grandi nemici! 
Darphin ha la giusta soluzione: una potente infusione botanica di concentrato di retinolo per viso e contorno occhi che riduce visibilmente linee e rughe, migliorando allo stesso tempo la radiosità e l’uniformità cutanea.
All'interno troverai 60 capsule ermetiche di Ideal Resource Youth Retinol Oil formulate con Retinolo ringiovanente (Vitamina A), Olio di Sesamo, Olio di Macadamia, Olio di Jojoba e Olio di Argan per trattare la tua pelle come un gioiello per due mesi!
Il migliore momento per coccolare il tuo viso è la sera: utilizza una capsula di Ideal Resource Youth Retinol Oil da sola prima della crema oppure miscelata con la tua crema Darphin preferita. 
Ideal Resource Youth Retinol Oil è disponibile da Febbraio presso le Farmacie concessionarie e sul sito www.darphin.it.
Potenti capsule ermetiche per viso e contorno occhi trasformano la pelle. Ogni capsula contiene un concentrato di Retinolo che riduce visibilmente linee e rughe, migliorando allo stesso tempo la radiosità e l’uniformità cutanea. Con il nutriente Olio di Jojoba, ogni capsula ridensifica e ringiovanisce la pelle. Utilizza un filtro protettivo e limita l’esposizione al sole durante il periodo di utilizzo delle capsule e durante la settimana successiva
Il concentrato di Retinolo fornisce alla pelle un perfetto equilibrio tra azione ringiovanente e rinnovante, accellerando il ricambio cellulare e nutrendo grazie agli oli botanici, che idratano profondamente e istantaneamente la pelle.
La società Laboratoires Darphin è stato creato nel 1958 da Pierre Darphin e anche questo brand fa parte di Estée Lauder Inc. e vanta fantastici prodotti cosmetici a base di ingredienti botanici pregiati! Per questi motivi Darphin rientra tra i miei marchi preferiti che consiglio vivamente a tutti voi! 
Buona Luce
Phil




*sponsored
@darphin #darphin #skincare #OctolyFamily

Origins - 10 Minute Mask to Rescue Problem Skin


Origins è un'azienda di cosmetici di marca Statunitense , fondata nel 1990 da Leonard Lauder , figlio di Estée Lauder È uno dei marchi originali di The Estée Lauder CompaniesOrigins è ormai per me una famiglia, i loro prodotti oltre ad essere funzionali vertono l'attenzione all'ambiente, pensate che questo brand ha contribuito a piantare oltre 600.000 alberi!
Oltre al fatto che sono onorato di collaborare con questa azienda, sapete che io cerco di consigliarvi sempre marchi veramente efficienti e che hanno a cuore il nostro pianeta, per cui vi consiglio vivamente di provare i loro prodotti! 

Oggi vi parlo di una nuova Machera: 10 Minute Mask to Rescue Problem Skin 


NELLO SPECIFICO
  • L’Ossido di Zinco, con proprietà super assorbenti, insieme al Solfuro e alla Canfora lenitiva contrastano rapidamente l’effetto lucido causato dall’eccesso di sebo, rimuovendo le cellule morte e le impurità. Insieme perfezionano la texture della pelle e bloccano le minacce per prevenire potenziali problemi.
  • Prodotto formulato senza:
    Parabeni, ftalati, sodio lauril solfato, glicole propilenico, olio minerale, DEA, petrolato, paraffina, granuli di polietilene, formaldeide e ingredienti animali.
MODALITÀ D'USO;
Evitando il contorno occhi, distribuire uno strato sul viso struccato (per noi maschietti anche senza bisogno di struccarci :P). Lasciare in posa per 10 minuti. Risciacquare. 
Applicabile una o più volte a settimana se necessario. Continuare con il siero. 
*I prodotti ORIGINS sono reperibili presso lo store, recentemente aperto a Milano (Via Torino 51), ma anche online ( http://www.origins.eu/it/it/ ), sul sito www.sephora.it e in esclusiva nei punti vendita Sephora


Come sempre vi lascio qualche foto del prodotto
Buona Luce
Phil




*sponsored
@origins #originsitalia #discoverorigins #Philovesbeauty

MARRAKESH



Giovedì 24 Gennaio alle ore 17:36 sono cominciate le manovre di atterraggio all’aeroporto di Marrakech Menara. La struttura è innovativa con un nuovo Terminal (il numero 3) appena nato. Ma quello che subito salta agli occhi è solo una cosa: il sole! Sopratutto se stai venendo da una città la quale ti ha visto costretto ad indossare dolcevita di lana e portare con te un ombrello, senza contare che mi trovavo nel mese più freddo dell'anno!






















L’AEROPORTO E I CONTROLLI

Circa un ora dopo (impiegata tra le procedure di landing, la compilazione del visto e ulteriori controlli) sono uscito dal moderno aeroporto dove il Transfer del mio Stellare Riad mi ha atteso. Avevo letto su qualche blog che i taxi a Marrakech sono abbastanza pericolosi e non vi sono macchine recenti, non é del tutto vero. Quello che è certo, è che bisogna chiarirsi fin da subito, patteggiare un deal per qualsiasi cosa - in questa città - prima di prenotare o comprare qualcosa. 



DOVE SOGGIORNARE - RIAD STAR
Che siano sicuri o meno i taxi marocchini, io non ho il corso nessun pericolo perchè il Riad che mi ha ospitato per questo long weekend prevede il transfer da/per l’aeroporto e vanta di un disponibile e gentile custode, Mohammed! Il buon Med vi darà tutte le informazioni sulla Medina, sul Riad, una mappa di Marrakesh e  un cellulare con una SIM marocchina con il quale poterlo chiamare in caso di necessità.
Cucina - White Room
Quindi se vi state ancora chiedendo dove alloggiare, vi dico: "assolutamente in un Riad!" Non è proprio il caso soggiornare in una di quelle catene di Hotel super turistiche se si viene in Marocco, in particolare a Marrakech. Io ho avuto il piacere di soggiornare in un tipico Riad incastrato tra i famosi souk e distante dieci minuti a piedi da Jemâa El-Fna la piazza principale, cinque minuti a piedi dalla Piazza delle Spezie e 25 minuti a piedi dai Giardini Majorelle; mentre in dieci minuti di auto, invece, si arriva a La Palmeraie - Marrakesh la zona "desertica" di Marrakesh dove potete fare bellissimi e indimenticabili esperienze sui Cammelli (la mia è stata di sicuro indimenticabile e chi mi segue su Instagram sa perchè, quello che ci tengo a dirvi è attenti ai dromedari che sono molto più pericolosi dei cammelli), in ogni caso non vi aspettate le dune del Sahara, ma è una bella esperienza e ve la consiglio! Inoltre vi consiglio vivamente di portare con voi una biro, infatti appena arrivati in aeroporto vi daranno solo il visto, ma non le penne per compilarlo!

Devo però ammettere che l’arrivo (in città) è stato un pò suggestivo, il particolare disordine della città e  il piacere di sentire il sole sulla pelle a Gennaio, si sono scontrati con la pericolosità della fitta rete di stretti vicoli nei quali sfrecciano i moltissimi motorini a pedali (ogni dieci abitanti vi è un motorino) ma anche dalle persone che continuamente cercano di darti indicazioni in cambio di Dirham (moneta locale). I souk sono molto stretti e possono circolarci solo i pedoni, le bici e i motorini di cui ho parlato qualche riga sopra (camminate sempre sulla destra perchè coloro che li guidano sono abbastanza spericolati e a me hanno sfiorato diverse volte, sopratutto di notte); considerata la limitata larghezza dei souk il transfer si fermerà a quattro, cinque minuti a piedi dal Riad dove Mohammed vi aspetterà, insieme ad un’altra persona che si offrirà (senza chiederlo) di portarvi le valigie e arrivati al Riad proverà a chiedere la mancia, state tranquilli, potreste dargli 50 Dirham per il tutto tragitto, gli basteranno. Anche se nel mio caso, con il Riad Star o uno simile, (vi lascio in fondo all'articolo, gli altri Riad dove alloggiare) non mi sono dovuto preoccupare nemmeno di questo piccolo dettaglio. 

Tutte le perplessità correlate da un piccolo spavento iniziale sono svanite quando Med è arrivato con il tradizionale tè alla menta marocchino in quella che io ho denominato la White Room: sala centrale dove si svolge la colazione o la cena; qui vi sono una moderna cucina con isola in marmo (nel caso vi va di cimentarvi nella cucina marocchina) e (la cosa che più amo del Riad) il tetto rimovibile dove di giorno si è coccolati dal suono degli uccelli e dove si puoi ammirare il cielo dall’interno. 
Tè Marocchino - White Room
White Room dall'alto






















Nella seconda sala: la piscina! Anche in questa zona - dedicata al relax - il tetto è rimovibile e la piscina ha l’idromassaggio! (What else?) Intorno alla piscina molti divani e tavoli dove si può fare colazione e come se non bastasse, da questa stanza si può accedere alla fitting room e indossare abiti tradizionali marocchini messi a disposizione dal Riad Star, ma non ci sono solo tanti divani ma anche moltissimi cuscini (una caratteristica qui a Marrakesh) su cui appoggiarsi e leggere un libro mentre la vostra metà - oppure il/la vostro/a amico/a - fa un bagno. 



Una volta arrivati al Riad, non chiedete il numero di camera che vi è stata assegnata perchè qui le camere hanno un nome; Bianca e Mohammend hanno riservato per me la Camera Jazz. Una camera doppia completa di ogni necessità dal phon al latte corpo, dal kit di cucito al ferro da stiro.  Tra le più belle del Riad per il suo grande portone in legno e vetri dai colori che ricordano le spezie marocchine,  la Camera Jazz affaccia direttamente sulla piscina. Chiedete la disponibilità di questa stanza per un meraviglioso risveglio! Inoltre una particolarità di questa camera è il camino! Un vero e proprio focolare, compagno perfetto per sorseggiare un tè alla menta di fronte al fuoco, quando di sera, in Marocco, le temperature calano notevolmente. (vi lasco il Video del Room Tour qui)


Ma non finisce qui, perché la particolarità di questi Riad sono le terrazze! Gustate delle fragole fresche o un biologico Souce d’Orange naturale e dissetante su una di queste terrazze, vi consiglio di salirci intorno alle 17:00 fino a prima di cena per ammirare i colori e le emozioni nelle ore del tramonto e magari scattare delle foto sui tetti come da tradizione! Fateci un salto anche di notte; noterete il buio pesto tutto intorno e al centro una sola luce abbagliante, proviene dalla piazza e la sua luminosità sfuma il nero cielo creando pittoriche gradazioni di blu. (nel piccolo video percepirete il relax delle ore che ho trascorso qui)








COSA VEDERE
Se scegliete di soggiornare in un Riad tutto quello che è "da non perdere" è a pochi metri da voi. I souk sono mercati che mi piace definire "infiniti" per quantità di cose e durata del tempo in cui restano aperti (dalle 14 alle 18 ore al giorno). La piazza delle spezie è una piccolo area che emerge tra la grande intersezione dei souk. Qui si vendono olii essenziali, profumi per l’ambiente, saponi, il tè alle rose e ovviamente tutti i tipi di spezie che sono prevalentemente più dolci, non come quelle che si trovano in Turchia leggermente più piccanti.
Pelle di Cammello messa ad essiccare - Souk


Souk
Souk

souk

Piazza e Caffè delle Spezie

Tipiche Spezie Marocchine

La meta più scontata e imperdibile è la piazza Jemâa El-Fna. Patrimonio dell’Unesco dal 2001, la piazza copre una superficie molto vasta (è una delle piazze più grandi al mondo) dove l’unico verticolarismo è dato dalla torre centrale. Passateci più tempo durante il tramonto quando si veste di arancio, ma da non perdere durante la notte - (ho preferito scattare un pò di più nelle ore notturne per ricreare qualcosa di diverso, gli scatti durante il giorno potete trovarli in qualsiasi blog, sito, instagram etc) - dove diventa ancora più caotica, dalle mille luci e gli svariati profumi, i tanti artisti di strada e lo street food

Dalla Medina, con circa 20 minuti a piedi o dieci in auto vi sono (e vanno visti) i Jardin Majorelle; complesso di piante e cactus molto instagrammabili. Oltre alla grande varietà di piante, vi sono due musei, un bellissimo tempio-casa con fontane e vasche piene di pesci, un carinissimo ristorante (dove ho anche pranzato) e il memorial a Yves Saint Laurent. Infine, ai più avventurosi consiglio: il classico - ma mai banale - giro in cammello (come vi ho anticipato prima); l’escursione alle fantastiche Cascate Ozoud (impegnerete quasi un giorno intero per questo); e per chi resta almeno una settimana, invece, consiglio il tour alla famosa catena montuosa Atlante (anche questo richiede tutto il giorno) ma anche il tour di 2 giorni e una notte nel deserto del Sahara. 








Jardin Majorelle in Fadster T-Shirt and Urban Classic jacket**









COSA E DOVE MANGIARE
Se, come me, siete amanti del sushi o in generale non mangiate carne e sopratutto non vivete senza cose dolci, devo dirvi che siete nella città sbagliata; dal secondo giorno ne sentirete già la mancanza, dal terzo giorno di soggiorno cominciate a sognare la pizza ad ogni morso che date al pane marocchino (prevalentemente senza sale) e dal quarto giorno in poi, paghereste anche 500 Dirham per un piatto di pasta della mamma! Questo per dirvi che i pitti tipici in questa città sono prettamente due il Tajine (alle verdure, con il pollo, con carne di capra ecc...) e il Cous Cous! Non mancano mai i legumi oppure le verdure, in qualsiasi piatto si voglia ordinare! Ma se non si fosse capito ancora, sto per dirvi che la cucina marocchina non è niente male, anzi sono ingredienti che normalmente mangiamo tutti, quotidianamente, con la differenza che nella nostra cultura (=la dieta mediterranea) quello che é un contorno, per i marocchini è piatto principale.

Non vi consiglio i dolci, sono tutti esposti a mosche e api, ordinateli nei ristoranti al massimo, ma in ogni caso colpiscono di più gli occhi che il palato, purtroppo; ma la cosa che affascina dell’argomento food é che si mangia "rialzati", infatti, la maggior parte dei ristoranti, per non dire tutti, hanno la sala  esterna che affaccia sulla piazza e mangiare in questo modo é molto piacevole! Vi consiglio il Zeitoun Cafè (il mio preferito) e il famosissimo Cafè Restaurante Argana (diventato noto per l'attentato del 2011). Questi sono tra i più buoni secondo nella in piazza e spenderete intorno ai 100/150 dirham a testa che sono 10/15€ per un antipasto più piatto principale o un piatto principale più dolce, compreso di bibite.

La mia cena preferita è stata da Zeitoun Cafè


Pizza "Margherita" in un caffè della Piazza Jemâa El F-na**





Pranzo al ristorante dei Jardin Majorelle
Insieme ai miei amici abbiamo optato per queste due soluzioni per cenare, essendo i più puliti, ma per il resto ho sempre mangiato nel Riad Star dove vi é una pulizia esemplare e le cuoche che ci preparavano da mangiare avevano cura dei dettagli e mani materne nel preparare le specialità della casa. Purtroppo non vi sono leggi igienico-sanitarie nei souk o in piazza quindi é bene fare un'attenta scelta sulle cose. I camioncini della frutta sparsi ovunque sono leggermente più affidabili (alla fine e frutta veramente fresca) vi consiglio un ottimo succo di arancia marocchinenel formato piú grande costa solo 10 dirham (1 euro) da sorseggiare nel rientro al vostro Riad.





Come sapete, il meglio (e il peggio) delle mie avventure, lo posso meglio esprimere attraverso le foto ed io voglio che affidate le vostre emozioni a questi scatti, spero che vi piacciano e per qualsiasi informazione (che non ho riportato in questo articolo) non esitate a contattarmi! Sarei felice di aiutarvi nel vostro prossimo viaggio nella magica Marrakesh.

Buona Luce
Phil
-
LINK AL SITO DEI RIAD MIGLIORI DI MARRAKESH (clicca qui)
*RIAD STAR È OFFICIAL PARTNER DI QUESTO VIAGGIO
**SPONSORIZZATO

MARRAKESH